Tel: 339 857 7044 - Mail: annaornella@gmail.com

 

Astrologia: un prodigioso aiuto per afferrare il senso della Vita

Chi di noi non si è avvicinato all’Astrologia senza l’intento di ricevere buone notizie dal futuro?

Ma, sfortunatamente, il rischio di incappare nei cattivi umori dell’astrologo che legge la carta, proiettandoli nel destino del cliente, è purtroppo assai alto.

Usare l’Astrologia come mezzo prevalentemente previsionale non permette di mettere in luce la grande possibilità di individuazione che essa offre, ed il conseguente supporto nel proprio percorso di vita. E’ anche importante sapere che i sistemi di lettura di un cielo natale sono così tanti che, probabilmente, non sono elencabili, perché si corre il rischio che se ne aggiungano di nuovi proprio mentre siamo occupati ad elencarli.

Quando diciamo la parola ‘Astrologia’ faremmo bene a definirne i contorni, per capire cosa si stia indagando e come.

Il nostro cercare, le crisi biografiche piccole o grandi, le conflittualità, le domande senza risposta sono attraversamenti mossi e resi dolorosi da una perdita di contatto con il senso del nostro cammino. Vive spesso la tendenza ad identificarsi con mancanze e debolezze piuttosto che con risorse e talenti. Ma le vie d’uscita non sono mai fondate su strategie pratiche, proprio perché ogni crisi trova il suo fondamento in un disagio spirituale.

Un’Astrologia dello Spirito e per lo Spirito, quindi, non cercherà affannosamente di intercettare eventi da prevedere. Si concentrerà invece sul meraviglioso Viaggio dell’Eroe, quell’Eroe che ognuno di noi è.

Che l’Eroe sia riluttante di fronte alle prove da affrontare è forse proprio uno dei principali indicatori che egli sia proprio un Eroe. Basta osservare lo schema narrativo che può esistere nella metafora di grandi storie come Matrix, ad esempio, in cui Neo, l’Eroe, non ha inizialmente alcuna voglia e fiducia di poter essere lui l’Eletto. L’Astrologia saprà cogliere le tappe iniziatiche di quella speciale missione sulla Terra che è stata affidata solo ed esclusivamente a lui.  La missione implicherà sfide, cadute, momenti di grande sofferenza, ma come accade nelle migliori metafore l’Eroe può prendere coscienza di quegli  strumenti, talenti e oggetti magici di cui è l’unico a poter disporre. Ecco quale può essere la vera utilità di  un’etica lettura del proprio cielo astrale: l’Eroe smette di essere riluttante, e riprende con coraggio il suo cammino, sapendo che questo sarà grande fonte di bene per sé e per gli altri.

Back to Top